venerdì 11 luglio 2008

Il figlio del Senatùr, Renzo, bocciato per la seconda volta alla maturità. Futuro in politica, per lui?

Una volta, passi. Si può maledire la sorta, dar la colpa all'emozione, ai professori brutti e cattivi. Ma la seconda? Eppure è proprio così: Bossi jr. è stato respinto di nuovo all'esame di maturità, dove aveva presentato una tesina sul federalismo, dal titolo «La valorizzazione romantica dell'appartenenza e delle identità». Insomma, al liceo scientifico «Bentivoglio» di Tradate non hanno usato riguardi per il leader della Lega e gli hanno di nuovo bocciato il figlio. Con tanti cari saluti al federalismo e a Carlo Cattaneo. Del resto papà Umberto non può lamentarsi più di tanto, considerato che organizzò una festa di laurea fasulla spacciandosi per medico, quando invece aveva abbandonato gli studi.

E sì che dopo il fallimento dell'anno scorso in un liceo di Varese, papà Umberto aveva spedito il figlio dai preti, all'istituto religioso privato di Tradate. Niente da fare. «La tesina è solo una parte dell'esame — dice al Corriere della Sera don Gaetano Caracciolo, rettore del «Bentivoglio» — e il ragazzo ha dovuto sostenere anche 3 prove scritte e un esame orale. Non ha seguito gli studi da noi, si è presentato da privatista; non so che tipo di preparazione abbia seguito ma purtroppo la somma di tutte le prove non ha raggiunto il punteggio di 60, il minimo per la promozione». (www.libero.it)

Un solo commento: Ah Ah pff blea ah ah oddio, ah ah mi manca il fiato!

(Seriamente, anche se parlando di Bossi pare impossibile, Tale padre tale figlio!)

2 commenti:

laDurlindana ha detto...

Ma non c'era anche un salva-maturità parlamentare nel lodo Alfano di ieri?
Mi sembra strano...

Cattiverie e Futili Motivi ha detto...

Non so bene ma sicuramente provvederanno presto altrimenti se il bimbo (!!) ha preso dal babbo farà politica (o giù di lì).