venerdì 27 maggio 2011

Compleanno.

Tra poco sarà il tuo compleanno. Scrivo in anticipo perchè non avrò modo poi domenica. Mi sarebbe piaciuto poterlo festeggiare con te, peccato.
E' andata così, la mamma dice che ha accettato. Io no. Però le cose sono cambiate. Almeno ho smesso veramente di chiedermi che cosa avresti fatto tu per iniziare a pensare a cosa devo fare io. E già questo è un passo avanti rispetto a prima, dove mi bloccavo in continuo a pensare a qual'era la cosa giusta, quella che avresti fatto tu.
Poi come ti dicevo ho imparato molto, la cosa più importante, come ti avevo detto, è stata che non sono i supereroi quelli che salveranno il mondo, non quegli idioti carichi di soldi vestiti con dei costumini da rincoglioniti che vanno in giro di notte a combattere il crimine. Gli eroi sono quelli come te, che lavorano onestamente e difendono la propria famiglia. Beh ho deciso che voglio diventare anche io uno così.
Per questo mi sento di dire che ti meriti tanti auguri, anche se non ci sei più, perchè da te ho imparato ad essere migliore. Senza di te non ci sarei mai riuscito.
Stammi bene.

giovedì 26 maggio 2011

Idiota

"Babbo, cos'è un idiota?"
"Un idiota figliolo è colui che spiega le cose sempre nella maniera più complicata, rendendosi incapibile e alla fine nessuno lo capisce.... hai capito?"
"NO!"

martedì 17 maggio 2011